Blog, Racconti

Elettra, con il cuore e tante altre frattaglie

10491182_10152987532100687_4605687015301997997_nI miei sentimenti sono in moto perpetuo. Diciamo pure che ho il cuore a dondolo. E lui me lo mangia ogni volta. Non tutto, solo un pezzetto.
C’eravamo appena svegliati, e teneva i miei polsi stretti in una mano sola, sopra la mia testa, con una forza dosata dalla sapienza di chi ha vissuto il doppio di me, in modo da farmi sentire un pizzico di dolore. Il suo sguardo tenero ma cocente mi abbrustoliva le guance, come ogni mattina, ma quel giorno la luce dell’ abat-jour accesa sul comodino gli induriva i lineamenti del viso, già luciferini di loro, rendendolo più interessante, e proiettava sul soffitto ombre allungate somiglianti a scheletri.
Aaaah, dolcezza e porcaggine, la trappola eterna.
Il braccio con cui si sorreggeva su di me aveva le vene gonfie, mi sembravano spire di serpi di cui accarezzavo i rilievi morbidi, le trovavo talmente belle e sessuali, che le avrei arrotolate come spaghetti con una forchetta e me le sarei mangiate.
La voglia di contorcermi come una lucertola in amore sotto le lenzuola era tangibile dai polpastrelli di entrambi, ma dentro di me ripetevo come un mantra “Elettra, non fare la stronza, fai la seria, devi andare a la-vo-ra-re”.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...